Proiezione del docufilm


Kripton

(Italia 2024) di Francesco Munzi – 107′
Venerdì 26/01
21.00

Kripton indaga la vita sospesa di sei ragazzi, tra i venti e i trent’anni, volontariamente ricoverati in due comunità psichiatriche della periferia romana, che combattono con disturbi della personalità e stati di alterazione.

In collaborazione con Màt – Settimana della Salute Mentale, Modena Viaemili@docfest, Arci Modena.

Meglio Matti che Corti fa Tappa in Sicilia, ad Agrigento, diventando una rassegna per il pubblico agrigentino.

I cortometraggi selezionati da Ennesimo Film Festival diventano un Best off:

The Stupid Boy di Phil Dunn – Director
Il mare che muove le cose di Lorenzo Marinelli
Riad di Yann Verburgh
An irish goodbye di Tom Berkeley, Ross White

Sabato 2 dicembre
ore 17:00
Spazio Temenos, via Luigi Pirandello, 1, Agrigento

A presentare la rassegna Serena Lenzotti di Arci Modena (coordinatrice del progetto) Federica Ferro (ennesimo film festival), Manuela Paradisi (psicoterapeuta e vicepresidente belushi), Angela Bruno (psicoterapeuta), Alessandro Feliciangeli (psicoterapeuta), Daniela Pulci (psicoterapeuta).

Meglio Matti che Corti – I VINCITORI

Si è conclusa la nona edizione del concorso Meglio Matti che Corti tenutosi al Cinema Astra in occasione del Viaemili@docfest: centinaia di autori da tutto il mondo hanno candidato la proprie opere incentrate sull’abbattimento dello stigma verso la salute mentale e la realtà di chi ne soffre.

Erano sette i cortometraggi selezionati da ennesimofilmfestival e associazione culturale Tilt:

La Giuria tecnica ha assegnato il Premio Vittorio Saltini per il Miglior Cortometraggio a “Les Douleurs Impatientes” di Marisa Ingold, per l’estrema sensibilità con cui mette in scena le difficoltà dell’attività di cura in un contesto ospedaliero. Invece, il pubblico presente in sala ha assegnato il Premio del Pubblico a “An Irish Goodbye” di Tom Berkeley e Ross White votando tramite una scheda.

 

 

Màt – Settimana della Salute Mentale 

È la manifestazione promossa dal Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche dell’AUSL di Modena che, dal 2010, si colloca con cadenza annuale nella seconda metà di ottobre.

Si tratta di una settimana di dibattiti, conferenze, eventi artistici e culturali aperti a tutta la cittadinanza, dislocati in diverse aree di Modena e provincia atti a sensibilizzare il territorio sui temi della salute mentale e ad implementare la lotta al pregiudizio e allo stigma che gravano su chi soffre di disagio psichico.

L’evento si svolge sulla base di un percorso di progettazione partecipata, in collaborazione con le associazioni locali, e vede il coinvolgimento di partner istituzionali e di un’ampia rete di utenti, familiari, operatori dei servizi di salute mentale, di volontariato e privato sociale ed imprenditoriale, della scuola, delle università e delle fondazioni.