Tindara Addabbo
Docente di Economia Politica presso il Dipartimento di Economia «Marco Biagi» dell’Università di Modena e Reggio Emilia, è nata a Patti (ME). Svolge attività di ricerca sull’impatto di genere delle politiche pubbliche e sociali, la misurazione del ben-essere, la discriminazione occupazionale e salariale e la qualità del lavoro.

Consuelo Agnesi
Architetto, sorda dall’infanzia, è specializzata nell’eliminazione delle barriere architettoniche e sensoriali. Si e laureata in architettura all’Universita degli Studi di Camerino. Nel 2009 ha fondato lo studio d’architettura e ingegneria Studio in movimento che si occupa di progettazione ecosostenibile, domotica e progettazione accessibile. Fa parte dell’Osservatorio sull’accessibilità (OSA) dell’Ente nazionale sordi.

Francesco Amaddeo
Medico, psichiatra, docente universitario, presidente della Società Italiana di Epidemiologia Psichiatrica. Autore di numerosi articoli pubblicati sulle principali riviste scientifiche internazionali e del volume “Valutare i costi in psichiatria” (Il Pensiero scientifico editore, Roma).
Dal 2014 è Presidente della Società italiana di epidemiologia psichiatrica che ha tra i suoi obiettivi quello di promuovere studi di costi-efficacia e di raccogliere dati da fornire alle Regioni e al Ministero della Salute, per rendere più razionale la distribuzione di risorse e di finanziamenti per la salute mentale e per migliorare la qualità delle cure.

Pino Apollonio
Presidente dell’ Associazione Utenti “Apertamente” di Trieste, membro del coordinamento Nazionale Utenti della Salute Mentale. Ha creato Gruppi di Auto Mutuo Aiuto, facilitato la nascita di progetti di cittadini utenti dei Servizi di Salute Mentale.

Laura Arduini
Psichiatra, dopo anni di lavoro in ospedale, comincia a occuparsi in prima persona di ospiti senza fissa dimora affetti da problemi di salute mentale. Con la Casa della Carità di Milano, di cui è responsabile dell’area salute, sviluppa il “Progetto Diogene”, un percorso di avvicinamento e mediazione che fornisce supporto psichiatrico ai senza fissa dimora milanesi.

Luca Atzori
Laureato in filosofia, è presidente dell’associazione Torino Mad Pride. Ha condotto laboratori drammaturgici e di recitazione presso Lab Dramaturg, attualmente attore e drammaturgo presso Torino Mad Pride, Autore di articoli, saggistica, dossier d’arte presso Cogito ergo est. Fondatore del progetto Matti a Cottimo; è membro del Coordinamento Nazionale Utenti della Salute Mentale.

Stefano Aurighi
Giornalista, collabora con il Venerdì di Repubblica, Gruppo editoriale L’Espresso; è Caporedattore dalla rivista del Club Alpino Italiano, è responsabile dell’Ufficio Stampa e comunicazione dell’ Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori dell’Emilia Romagna. È co-fondatore di “Officine Tolau”.

Stefano Bertoldi
Nato nel 1964 a Trento, Educatore professionale, ideatore e fondatore Associazione A.M.A. – Trento, attivatore di gruppi, formatore di helper, è uno dei maggiori esperti di gruppi A.M.A. oggi in Italia; ha collaborato nella nascita di altre 11 associazioni AMA in altrettante regioni italiane.

Angelo Bianchi
Psicologo dirigente presso l’Azienda USL 8 di Arezzo, Dipartimento di Salute Mentale, U.O. di Psicologia. Svolge attività di ricerca e di consulenza nei settori della valutazione del danno alla persona e della capacità decisionale. E’ docente in vari Master universitari ed autore di numerose pubblicazioni scientifiche nei settori della neuropsicologia clinica e forense.

Simone Bargiotti
Pubblica la sua seconda opera dopo Voglio sentire l’urlo del tuo respiro (Zona, 2011) con I libri di Emil, piccola casa editrice bolognese collegata al marchio Odoya che riserba uno spazio ai giovani narratori e a interessanti proposte di saggistica. Il giorno più bello della mia vita io non c’ero è un racconto psicologico più che un romanzo, non tanto per la lunghezza (110 pagine), quanto per il respiro narrativo.

Rita Bernardini
Segretario dei Radicali Italiani, si avvicina ai Radicali di Marco Pannella nel 1975, poco dopo la vittoria del “NO” al referendum per l’abolizione della legge sul divorzio (1974),e la battaglia “contro l’aborto clandestino e di massa”. Negli anni successivi il suo impegno preminente è quello sul versante dei diritti civili e politici. Nel settembre del 2002 è tra i fondatori dell’Associazione Luca Coscioni per la libertà della ricerca scientifica, di cui sarà segretario. Nell’aprile 2008 è stata eletta alla Camera dei deputati, nelle liste del Partito Democratico, all’interno della delegazione Radicale nel PD. Come deputata ha dedicato la sua attività principalmente al tema della giustizia.

Laura Bernaroli
Laureata in scienze e tecniche dell’attività motoria preventiva ed adattata, collabora con l’Unita Operativa di Medicina Sportiva dell’Ausl di Modena.

Maria Grazia Bertelloni
Facilitatore sociale di gruppi AMA, portavoce utenti rete Toscana e membro del Coordinamento Utenti della Salute Mentale, del quale determinato la nascita.

Livia Bicego
Infermiera professionale dal 1983, nel 1995 consegue l’abilitazione alle funzioni direttive. Attualmente responsabile Ufficio Infermieristico DSM di Trieste. Docente presso l’università degli studi di Trieste nel corso di Laurea Infermieristica. Co-autrice di “Contro la contenzione. Garantire sempre, a ogni cittadino, l’articolo 13 della Costituzione. Si può, si deve”.

Franco Bomprezzi
Affetto sin dalla nascita da osteogenesi imperfetta, malattia che lo costringe su una sedia a rotelle. È stato caposervizio presso Il Mattino di Padova, ha collaborato con la redazione de Il Resto del Carlino, e successivamente ha ricoperto la carica di caporedattore centrale in AGR.
Collabora con diverse testate tematiche, occupandosi delle difficoltà delle persone disabili. È direttore responsabile di DM, periodico dell’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare. Fondatore e direttore del portale Superando.it. È portavoce di Ledha – Lega per i diritti delle persone con disabilità.

Giulia Bondi
Giulia Bondi, giornalista freelance, professionista dal 2009, si occupa soprattutto di temi sociali. Redattrice di Q Code Magazine e collaboratrice di altre testate nazionali, ha condotto e partecipato a diverse esperienze di laboratorio audiovisivo e di narrazione con gruppi di adolescenti e adulti italiani e migranti. Il suo lavoro ha ottenuto diversi riconoscimenti, tra cui il premio giornalistico Ilaria Alpi e la medaglia di bronzo del Presidente della Camera al Premio Giornalisti del Mediterraneo. Dal 2011 è vice presidente dell’Istituto storico di Modena.

Giorgio Bonini
Presidente dell’Associazione Porta Aperta di Modena, membro del comitato per la difesa civile, non armata e non violenta presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio Nazionale del Servizio Civile.

Eugenio Borgna
Psichiatra, docente, saggista, divulgatore, nato a Borgomanero (NO) nel 1930, è un decano della psichiatrica internazionale. È stato libero docente alla “Clinica delle malattie nervose e mentali” dell’Università di Milano ed è primario emerito di psichiatria dell’Ospedale Maggiore di Novara. È autore di numerosi saggi, nei quali alterna una produzione specialistica a libri più divulgativi.
Si è occupato, in particolare, di psicopatologia delle depressioni e delle schizofrenie in numerosi lavori. Egli stesso spiega sulla rivista Studi di psichiatria come la passione per «la soggettività, per l’interiorità dei pazienti» lo abbia spinto a occuparsi solo di psichiatria, tralasciando il suo interesse iniziale per la neurologia.

Antonio Bortone
Presidente Coordinamento nazionale delle Associazioni delle Professioni Sanitarie, direttore delle riviste “Fisioterapisti” e “Scienza riabilitativa”. Insegna Pedagogia Generale presso le Università del Molise, l’Università Siena e alla Sapienza di Roma, al Master in Management infermieristico per le funzioni di coordinamento, insegnamento: Pedagogia speciale e generale.

Desi Bruno
Garante regionale delle persone sottoposte a misure restrittive o limitative della libertà personale. Nata a Venezia, avvocato, è autrice di pubblicazioni scientifiche e ha svolto attività di docenza in seminari e corsi di formazione, in particolare sui temi connessi al sistema carcerario. Fondatrice dell’Associazione giuristi democratici, di cui è stata portavoce nazionale fino al 2005, fa parte dal 2002 del Consiglio direttivo dell’Associazione europea di giuristi per la democrazia e i diritti umani. Nel luglio 2005 è stata nominata dal Consiglio Comunale di Bologna Garante dei diritti delle persone private della libertà personale e dal 2008 al 2010 è stata coordinatrice nazionale dei Garanti territoriali dei diritti delle persone private della libertà personale.

Paolo Alberto Caneva
Musicista polistrumentista laureato al DAMS, si specializza in musicoterapia; lavora dagli inizi degli anni 90 con bambini con plurihandicap, anziani, persone con disagio psichico e malati terminali oncologici. Dal 1999 insegna presso la Scuola Triennale di Specializzazione in Musicoterapia dell’Universitè Europèenne Jean Monnet di Bruxelles. Dal 2011 è Coordinatore del Dipartimento di Musicoterapia presso il Conservatorio Statale di Musica “E.F. Dall’Abaco” di Verona.

Gabriele Catania
Psicologo Psicoterapeuta, responsabile del Servizio NOTEC (Nucleo Operativo Terapia Cognitivo Comportamentale U.O. Psichiatria 1 – Ospedale Luigi Sacco); Professore di Psicologia Clinica presso l’Università Statale di Milano; fondatore dell’Associazione Amici della Mente Onlus.

Magda Guia Cervesato
Insegna “inglese in musica” alle scuole primarie. Ha scritto “TSO”. Un’esperienza in reparto di psichiatria”. Il suo libro è la vicenda narrata in prima persona, al presente, di un’esperienza reale in reparto psichiatrico: ripercorrere la catena dei propri errori e delle proprie fragilità, delle domande inascoltate dai servizi di cura. E’ una denuncia lucida e disincantata delle dinamiche istituzionali che, nel tentativo di “rendere razionale l’irrazionale”, soffocano il dolore come espressione dell’esistenza, ricoprendolo con la maschera dei sintomi da controllare e tacitare.

Paolo Cianconi
Medico psichiatra, psicoterapeuta, antropologo. Lavora presso la Casa Circondariale di Regina Coeli, Azienda USL Roma A. Svolge attività di docenza presso numerosi istituti per le tematiche della psicologia sociale e della postmodernità, etnopsichiatria, psichiatria forense.

Luca Cimino
Medico-chirurgo, specialista in psichiatria e psicoterapia, medico legale, criminologo e psichiatra forense. Docente di Psicopatologia Forense Applicata presso la Scuola di Specializzazione in Psichiatria, Università degli Studi di Bologna, già professore a Contratto di Criminologia, Università di Bologna. Magistrato Onorario presso il Tribunale di Sorveglianza di Bologna. Autore di oltre 125 pubblicazioni scientifiche di cui due monografie in collaborazione. Autore di saggi sul tema della responsabilità professionale dello psichiatra.

Giovanni Cioni
Direttore Scientifico dell’ IRCCS Fondazione Stella Maris di Calambrone (Pisa). E’ professore ordinario di Neuropsichiatria infantile e Direttore della Scuola di Specializzazione di Neuropsichiatria Infantile dell’Università di Pisa, Primario della U.O. di Neurologia e Neuroriabilitazione e Direttore del Dipartimento Clinico di Neuroscienze dell’Età Evolutiva della Stella Maris. I suoi principali interessi di ricerca sono le tecniche di Neuroimmagini in Neurologia del bambino; il follow-up dei neonati ad alto rischio per danno neurologico; modelli, meccanismi neurofisiologici e basi molecolari della plasticità del sistema nervoso in età evolutiva; la maturazione ed i disturbi dei sistemi percettivi e motori e molti altri.

Giuseppe Corlito
È stato direttore del Dipartimento Salute Mentale della ASL 9 di Grosseto, Professore a contratto dell’Università di Siena e consulente e condirettore della Scuola Nazionale di Perfezionamento in Alcologia. È stato allievo di Vladimir Hudolin, l’ispiratore dei Club degli alcolisti in trattamento. Si occupa di sviluppo di reti comunitarie e di auto mutuo aiuto.
È uno dei pionieri dell’impiego dell’automutuoaiuto nei servizi di salute mentale.

Roberto Cornelli
Laureato in Giurisprudenza, criminologo, ricercatore e Professore Aggregato all’Università di Milano-Bicocca.
Autore di libri e di articoli in riviste scientifiche sulla paura della criminalità, sul furto nelle società contemporanee, sull’organizzazione delle forze di polizia, sui sistemi formativi delle polizie locali, sulla relazione tra giustizia penale e salute mentale, sulla giustizia riparativa e sulle politiche di sicurezza urbana- Nel 2013 ha pubblicato per la casa editrice Feltrinelli il saggio, scritto con Adolfo Ceretti, Oltre la paura. Cinque riflessioni su criminalità, società e politica.

Peppe Dall’Acqua
Da giovane psichiatra ha collaborato con Franco Basaglia al superamento del manicomio di Trieste. Ha diretto il Dipartimento di Salute Mentale della stessa città fino al 2012. Oggi lavora per la diffusione mondiale delle conquiste del modello di cura triestino basato su riconoscimento dei diritti, ascolto, empatia, integrazione sociale, porte aperte e persone libere. Autore di numerose opere sulla salute mentale, tra le quali “Non ho l’arma che uccide il leone”. Promotore del Forum Salute Mentale e del Comitato Stop OPG.

Franco Deriu
Ricercatore, è responsabile dell’Area Sistemi del Lavoro dell’Isfol – Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori – ente pubblico di ricerca sui temi del lavoro e delle politiche sociali, e membro dell’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità.

Corrado De Rosa
Dirigente Medico Psichiatra presso l’Ospedale di Villa d’Agri, collabora attivamente con il dipartimento di Psichiatria dell’Università di Napoli – SUN nella conduzione di progetti di ricerca nazionali ed internazionali su temi relativi a: carico psicologico e oggettivo nelle famiglie dei pazienti psicotici, coercizione in psichiatria, differenze urbane e rurali nello sviluppo di patologie psichiatriche, capacità decisionale nei pazienti psichiatrici gravi. Autore del libro “La mente nera d’Italia, lo strano caso di Aldo Semerari”.

Etnia Supersantos
Il suono dei Supersantos è una commistione di folk, pop, blues, dance anni ‘80, reggae, rocksteady e swing che converge in un’unica direzione: la Canzone, la Canzonetta, la Canzonaccia, la Canzonissima, la Canzonata… Le melodie e le parole, scritte da Bruno Damiani, lottano nel tentativo di avvicinare tematiche sociali, disimpegno e poesia ad una genuina spensieratezza sonora. La sua missione è quella di amalgamare testi e sonorità, di scovare armonie e ritornelli. Il collante che tiene assieme tutti questi elementi apparentemente inconciliabili è l’idea, il suono musicale della band e la sua personalità. I SupersantoS si autodefiniscono “avventurieri della musica”: la lunga gavetta ha permesso alla band di esibirsi nelle situazioni più diverse, dai locali alle manifestazioni di tutta Italia, di vincere premi e ricevere riconoscimenti.

Anita Eusebi
Giornalista scientifica freelance, matematica, dottore di ricerca in crittografia quantistica, ha insegnato presso l’Università di Camerino, dove ha svolto per anni anche attività di animazione e divulgazione scientifica. Ha frequentato il master in Comunicazione della Scienza alla Sissa di Trieste. Collabora con il Forum Salute Mentale di Trieste e con la Collana 180 – Archivio critico della salute mentale per attività di comunicazione e giornalismo. Cura per conto del Forum le pagine facebook ufficiali di Marco Cavallo e Franco Basaglia. Ha scritto per L’Unità, Il Manifesto, Micropolis, StradeOnLine, Oggiscienza, Scienza in rete, Maddmaths!, XlaTangente.

Fabrizio Ferrari
Modenese, medico, docente universitario, è titolare di vari insegnamenti di pediatria e neonatologia nelle Scuole di Specializzazione in Pediatria e Neuropsichiatria infantile, del Diploma universitario per Terapisti della riabilitazione e nel Diploma universitario per Ortottisti, è titolare dell’insegnamento di Neonatologia nel Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia.

Mila Ferri
Psichiatra, responsabile Servizio Salute Mentale, Dipendenze Patologiche, Salute nelle Carceri, Regione Emilia-Romagna

Angelo Fioritti
Direttore del Dipartimento di salute Mentale e Dipendenze Patologiche dell’Azienda Ausl di Bologna. È stato responsabile scientifico di vari progetti di ricerca: ModiOPG, il monitoraggio e la valutazione dei pazienti dimessi dagli Ospedali Psichiatrici giudiziari, il progetto PROGRESS, dell’Istituto Superiore di Sanità, per la prima ricognizione nazionale delle strutture residenziali psichiatriche, EQOLISE, dell’Università di Oxford. Autore di numerose pubblicazioni italiane ed internazionali sulla salute mentale di comunità.

Elisabetta Genovese
È professore associato di Audiologia e Foniatria presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Docente di Audiologia presso il corso di laurea in Logopedia, fa parte del consiglio direttivo della Società Italiana Medici Audiologi e Foniatri ed è delegata per la disabilità presso il dipartimento ad attività integrata di Chirurgie specialistiche Testa e Collo dell’Università di Modena e Reggio Emilia

Enrico Grazioli
Direttore responsabile di Gazzetta di Modena, ha sostenuto con grande convinzione l’iniziativa “Fuori come va?”, rubrica curata dalle Associazioni Idee in Circolo e Insieme a Noi, dall’Arci, dal DSM e dall’Ufficio Stampa dell’Ausl di Modena. La rubrica, esperienza unica nel suo genere, è pubblicata a cadenza mensile sulla Gazzetta di Modena per dar voce al mondo della salute mentale.

Leopoldo Grosso
Psicologo e psicoterapeuta, è vice presidente del Gruppo Abele, responsabile dell’Università della Strada (area del Gruppo Abele che si occupa di formazione sui temi del Terzo Settore), consulente di istituzioni comunali e regionali e autore di numerose pubblicazioni in materia di dipendenze e consumi.

Gian Paolo Guaraldi
E’ stato per oltre trenta anni professore ordinario presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.
Ha diretto la Scuola di Specializzazione in Neuropsichiatria infantile e in Psichiatria dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. Ha istituito il corso di laurea in Tecnica della riabilitazione psichiatrica. Autore del volume “Psicologia, Psicopatologia, Psichiatria. Tra tecnica, assistenza ed etica” che sarà presentato nel corso di Màt 2014.

David Lazzari
Responsabile del servizio di Psicologia Ospedaliera “S.Maria” di Terni. Presidente della Associazione Italiana di Psicologia Sanitaria ed Ospedaliera, Presidente della Società Italiana di Psico Neuro Endocrino Immunologia, Membro del CD nazionale dell’AUPI. Autore di diversi volumi e di oltre 90 pubblicazioni scientifiche.

Andrea Lucchetta
Sportivo, ex pallavolista italiano.

Francesco Maisto
Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Bologna, esperto di tossicodipendenze e di criminologia clinica, da sostituto procuratore presso la Procura Generale di Milano ha seguito i processi di appello di Tangentopoli. Il suo nome è legato soprattutto alla nascita della legge Gozzini. E’ stato per dieci anni giudice di sorveglianza a San Vittore negli “anni di piombo” e delle rivolte. Ha lavorato anche al Tribunale dei minori e di Milano e al Tribunale di Napoli, dove è stato giudice istruttore nel processo contro i terroristi dei Nap.

Bruno Manfellotto
Giornalista, direttore del settimanale l’Espresso. Napoletano, classe 1949, dopo le prime collaborazioni con riviste di cinema entra nel quotidiano pomeridiano Paese Sera. Negli anni ottanta passa al settimanale Panorama, dove tratta temi economici e politici. Dal 1992, per cinque anni, è vicedirettore de l’Espresso, poi direttore della Gazzetta di Mantova e successivamente del quotidiano livornese Il Tirreno. Nel 2003 pubblica il saggio “S-profondo nord: viaggio nella Padania che non ti aspetti”, un’indagine sugli aspetti negativi e poco noti del nord Italia. Nel 2007 ha vinto il Premio Ischia Internazionale di Giornalismo.

Marcello Marchesini
Laureato in scienze della comunicazione, collabora con ‘Tempo’, il settimanale di Radio Bruno, il quotidiano ‘Il Resto del Carlino’ e ‘Noi donne’. E’ responsabile della comunicazione di Fondazione Casa del Volontariato, San Rocco Arte e Cultura, Consulta per l’Integrazione, Festa del Racconto, Premio Loria, Consorzio ConCarpi e Centro Formazione Alta Cultura. E’ direttore artistico della rassegna ‘I libri di San Rocco’.

Stefano Mazzacurati
Scrittore, medico psichiatra e psicoterapeuta. Primario ospedaliero e Direttore nel Servizio Sanitario Nazionale per oltre sedici anni, è libero professionista. Professore a contratto di Architettura e Psicologia all’Università La Sapienza di Roma. Da anni è membro di alcune giurie di premi letterari in varie città italiane. E’ organizzatore ed autore di letture e performance letterarie svoltesi in varie sedi.

Roberto Militerni
Professore ordinario della Seconda Università degli Studi di Napoli (SUN), settore Neuropsichiatria Infantile e professore a contratto di Psicologia dello Sviluppo presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Dal 2013 è dirigente per l’ Azienda Ospedaliera Universitaria della SUN dell’ Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile. Direttore Scientifico della rivista “Giornale di Neuropsichiatria dell’età evolutiva”. La produzione scientifica testimonia un impegno costante nell’ambito dei disturbi del neuro sviluppo con un interesse specifico per gli approcci educativi, riabilitativi e terapeutici.

Fabio Montella
Giornalista professionista, svolge ricerche sulla prima guerra mondiale e, più in generale, sulla storia politica e sociale del Novecento. Ha pubblicato saggi e volumi tra i quali “1918 Prigionieri italiani in Emilia” (Modena, 2008), “Tra la falce e il moschetto” (San Felice sul Panaro, 2008), “Modena e provincia nella Grande Guerra” (Mirandola, 2008) e “Una regione ospedale” (Bologna, 2010). Collabora con l’Istituto storico di Modena ed è tra i curatori del Dizionario storico dell’antifascismo modenese.

Luca Negrogno
Dottorando in Sociologia dei processi culturali e dei fenomeni normativi presso il dipartimento di Economia Società Politica dell’Università di Urbino, è membro della redazione della rivista online “Lavoro Culturale”, di cui cura la sezione “Reparto Agitati” con Riccardo Ierna e Silvia Jop. Ha vissuto fianco a fianco con gli utenti, i familiari e gli operatori dei servizi di salute mentale modenesi collaborando con le associazioni Idee in Circolo e Insieme a Noi per realizzare progetti di inclusione sociale. Ha collaborato con Il Dipartimento di Salute Mentale di Modena nella costruzione delle ultime edizioni della Settimana della Salute Mentale. La sua ricerca mette in relazione lo sviluppo, la cura e la diffusione delle malattie mentali con le contraddizioni sociali del modo di produzione capitalista.

Maria Augusta Nicoli
Membro dell’Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale Emilia-Romagna è responsabile dell’area di programma Comunità, Equità e Partecipazione. I suoi interessi più recenti sono rivolti allo studio dei processi di “empowerment” nei servizi sanitari e all’implementazione e monitoraggio della “territorializzazione” dei servizi sanitari. Ha coordinato numerose esperienze di promozione della salute basate sul coinvolgimento della comunità.

Piera Nobili
Architetto, è Presidente di CERPA Italia (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accesibilità). Svolge attività di progettazione, direzione lavori e consulenza per servizi socio-assistenziali, residenziali e sanitari particolarmente rivolti alla popolazione anziana o disabile, e all’abbattimento delle barriere architettoniche, nonché attività divulgative, docenze e pubblicazioni. Si segnala l’elaborazione del Manuale tecnico “Progettare la normalità” (Regione Emilia Romagna, 1992)

Achille Orsenigo
Presidente di APS Studio PsicoSogiologico, impresa dalla trentennale esperienza che produce servizi di formazione e consulenza per organizzazioni lavorative private e pubbliche, nel settore profit e in quello non profit. Ha una formazione di base sociologica, una specializzazione in psicologia clinica e del lavoro. Cercare d’integrare queste diverse chiavi di lettura e prospettive nell’affrontare i problemi delle organizzazioni e delle persone al lavoro è un mezzo per aprire prospettive innovative d’azione.

Roberta Parnisari
Laureata in pedagogia, è anche Educatore Professionale. È docente all’interno di Corsi di Laurea per Educatori Professionali (Roma Tre e Tor Vergata) e coordinatrice didattica-docente per il Master “Progettazione e organizzazione di servizi alla persona” dell’Università Tor Vergata in Roma. Collabora con la Libera Università dell’Autobiografia.

Lily Peppou
Laureata in Psicologia all’università di Bristol, specializzata in metodologia della ricerca in psichiatria presso l’Istituto di Psichiatria, King’s College di Londra. Dal 2009 ad oggi lavora come psicologa e ricercatrice presso il Dipartimento di Psichiatria dell’Università di Atene. Dal 2010 collabora con l’Associazione per lo sviluppo Regionale e la Salute Mentale. È co-autrice delle ricerche: “Gambling and the enduring financial recession in Greece” e “Cognitive social capital and mental illness during economic crisis: a nationwide population-based study” e “Suicidal ideation and reported suicide attemps in Greece during the economic crisis”.

Francesco Reitano
Francesco Reitano è Direttore dell’unità operativa di Psicologia per i Servizi Sanitari di Trento.
Svolge attività di consulente e supervisore degli educatori di strutture residenziali e non di tipo socio – educativo per giovani e adolescenti con problematiche relazionali e familiari; è socio fondatore e primo presidente della Cooperativa onlus “Ephedra” di Riva del Garda. A partire dall’anno 2005 ha anche l’incarico di docenza di “Metodologia della valutazione di efficacia della psicoterapia” presso la scuola di specializzazione in psicoterapia ISeRDiP (Istituto Scuola e Ricerca sui Disturbi Psichici) di Milano.

Giulia Rodeschini
Dottoressa di ricerca in Sociologia e Ricerca Sociale. Svolge attività di ricerca nell’ambito della sociologia dell’organizzazione, della sociologia della salute, della gerontologia sociale e degli studi di genere, con particolare attenzione alle trasformazioni nel mondo della cura e dei sistemi sanitari. Collabora con il Servizio Salute Mentale Dipendenze Patologiche e Salute nelle Carceri e l’Agenzia Sanitaria e Sociale (Regione Emilia Romagna).

Roberto Rolli
Nato a Torino, frequenta il liceo classico Cavour, e partecipa dal 1968 al 1977 al movimento studentesco e a Lotta continua. Si iscrive a Medicina senza conseguire la laurea, e dopo il servizio miltare, nel corso del quale si manifesta la malattia bipolare, si iscrive e si laurea in giurisprudenza. Attualmente è avvocato in Torino, ed è impegnato nella tutela dei sofferenti psichiatrici. E’ membro del direttivo dell’Associazione Lotta contro le Malattie Mentali di Torino (ALMM), per la quale cura dal 2004 la rivista quadrimestrale Psichiatria/Informazione.

Rita Rossi
Avvocato cassazionista ha maturato competenza specifica nei settori del risarcimento danni (con particolare riferimento alla responsabilità sanitaria e alla prestazione del consenso informato sanitario), del diritto di famiglia e dell’amministrazione di sostegno. Presiede la sezione emiliano-romagnola di Persona e Danno, associazione giuridico-culturale presieduta dal prof. Paolo Cendon, e pone al centro della propria azione sociale la valorizzazione dei diritti della persona, con pubblicazione di vari contributi nella omonima rivista on-line www.personaedanno.it.

Norman Sartorius
Psichiatra, docente universitario, è considerato uno degli psichiatri più importanti e influenti della sua generazione. Dal 1967 ha cominciato un’intensa collaborazione con l’OMS, diventando responsabile del gruppo di consulenza Interregionale sulla Epidemiologia dei disturbi mentali. Nel 1977 è stato nominato Direttore della Divisione di Salute Mentale dell’OMS, posizione che ha mantenuto fino al 1993. Tra il 1993 e il 1999 è stato Presidente della World Psychiatric Association e tra il 1997 e il 2001 dell’Associazione Psichiatri Europei. Ha svolto la propria attività di docente in numerose Università tra le quali a Ginevra, Zagabria e Praga, Londra, Pechino, Washington, New York e Belgrado.

Gustavo Savino
Vice direttore Unità Operativa Medicina dello Sport, specialista in Medicina dello Sport e Farmacologia clinica; responsabile di Farmacologia Clinica al Centro Regionale Antidoping.

Vincenzo Scalia
Docente di sociologia della devianza presso l’università di Bologna. Ha insegnato e insegna in Italia, Inghilterra e Argentina. E’ autore di due libri e oltre 50 saggi su carcere, devianza minorile, teorie criminologiche e criminalità organizzata, alcuni dei quali sono stati pubblicati da prestigiose riviste internazionali. E’ il coordinatore regionale di Antigone Emilia-Romagna.

Annalisa Silvestro
Dagli anni ’90 ricopre ruoli di dirigente infermieristica. Dal 2006 è Direttore del Servizio assistenziale, tecnico e riabilitativo dell’Azienda USL di Bologna. È da sempre sul campo per la professione infermieristica; prima con l’Aniarti poi con il collegio Ipsavi di Udine e quindi nel Comitato centrale della Federazione Ipasvi, che ora presiede. È senatrice della XVII Legislatura della Repubblica Italiana.

Raffaele Sivolella
Nato nel 1987 a Napoli, dove vive, ama leggere e scrivere. Ha partecipato a vari concorsi nazionali di narrativa e poesia, ha pubblicato “La stanza del gruppo” e “Il buio nell’anima”.

Elena Stanchina
Laureata in Psicologia e dottore di ricerca in Scienze organizzative e direzionali, si occupa della rivista «Lavoro sociale» e di formazione presso il Centro Studi Erickson di Trento. Gestisce inoltre un laboratorio di Tecniche di counseling presso l’Università Cattolica di Brescia all’interno del Corso di laurea in Servizio Sociale. Tra i suoi interessi professionali e di ricerca: la programmazione partecipata dei servizi, la metodologia relazionale di rete, i gruppi di auto/mutuo aiuto, le tecniche di counseling.

Leonardo Tancredi
Giornalista, dal 2006 direttore editoriale del giornale di strada Piazza Grande. Grazie al suo impegno all’interno dell’associazione Amici di Piazza Grande ha maturato una conoscenza sul campo dei fenomeni legati alla povertà e all’esclusione sociale, competenze messe a frutto all’interno del gruppo di lavoro sulle nuove povertà dell’Istituto Gramsci Emilia-Romagna.

Giuseppe Tibaldi
È responsabile del centro di salute mentale di Barriera di Milano, coordinatore scientifico del Centro studi e ricerche in psichiatria di Torino, direttore della collana “Storie di guarigione” delle edizioni Mimesis, ideatore di un concorso letterario dedicato proprio alle storie di guarigione.
Dice di sé: “Ho scelto di lavorare nel servizio pubblico perché l’ Università era su posizioni sostanzialmente conservatrici nei confronti della riforma psichiatrica. La nostra psichiatria è senza manicomi: si può fare purché le equipe di professionisti siano pienamente motivate. Il mito dell’ inguaribilità è infondato scientificamente, è il muro del manicomio che non è stato ancora abbattuto. In questi anni ho imparato invece che la catastrofe è superabile. Le vittime della schizofrenia patiscono un’esperienza che cambia loro la vita, ma solo il 30% non guarisce, e avere aspettative favorevoli non costa nulla”.

Alberto Tripodi
Medico, responsabile Unità Operativa Nutrizione presso Ausl Modena. Da oltre 10 anni l’attività svolta è quella della ricerca/azione nel campo dell’Igiene degli Alimenti e delle Bevande e, più recentemente, finalizzata alla promozione di sane abitudini alimentari e regolare attività motoria a partire dall’infanzia. Sono stati ha sviluppato progetti educativi, di carattere innovativo, nelle scuole di vario ordine e grado, accompagnati e supportati dalla organizzazione di corsi formativi per gli insegnanti e dalla predisposizione di materiali educativi/divulgativi. Autore di oltre 60 pubblicazioni scientifiche o divulgative realizzate su riviste nazionali ed internazionali.

Gaetano Venturelli
Laureato in Architettura a Firenze, è socio fondatore associazione paraplegici Emilia Romagna. Dal 1971 esercita attività professionale, con particolare attenzione a temi progettuali correlati all’abbattimento delle barriere architettoniche, fornendo su questi temi anche consulenza per Enti pubblici, professionisti e varie Associazioni di disabili; svolge attività corrente nel settore dell’Urbanistica e Pianificazione Territoriale e in quello dell’Edilizia Residenziale di tipo Economico e Popolare. È stato assessore all’urbanistica, ambiente e protezione civile del Comune di Modena (1994/95). È coautore di pubblicazioni quali: “Barriere architettoniche” (Comune di Modena, 1987), “Progettare la normalità” (Regione Emilia Romagna, Edizione 1992 ed edizione 1999 su CD ROM), “Tornare a casa” (INAIL, 1999).

Stefan Von Prondzinski
È psicopedagogista e tecnico dell’educazione e della riabilitazione in orientamento e mobilità per disabili visivi, libero professionista e consulente della Lega del Filo d’Oro – Osimo. È socio fondatore e Presidente (1990-2001) dell’Associazione Nazionale Istruttori di Orientamento Mobilità e Autonomia Personale (ANIOMAP), nonché fondatore e membro del Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità CERPA Italia. È docente della Libera Università di Bolzano/Bressanone, Facoltà di Scienze della Formazione.

Stefano Zanut
Stefano Zanut, architetto e vice dirigente dei vigili del fuoco. Si occupa istituzionalmente di tematiche connesse con la sicurezza e il soccorso, nel cui ambito ha indirizzato le proprie attenzioni e contributi verso le specifiche problematiche delle persone più deboli della nostra società. Ha operato come soccorritore nelle grandi emergenze che hanno colpito il nostro paese negli ultimi anni, dal terremoto dell’Aquila a quello Emiliano. Autore di numerose pubblicazioni al riguardo, sostiene che in emergenza diventiamo un po’ tutti disabili, quindi progettare un ambiente pensando alle persone più deboli in condizioni ordinarie può avere importanti ricadute per tutti anche nella gestione di situazioni emergenziali.

Vito Zincani
Procuratore della Repubblica di Modena, nella sua carriera ha seguito una lunga serie di casi giudiziari, occupandosi anche dell’uso strumentale delle perizie psichiatriche nei processi contro la criminalità organizzata. Esperto di terrorismo, negli anni Settanta e Ottanta, da giudice istruttore, firmò il rinvio a giudizio alla base dei processi per la strage alla stazione di Bologna. E’ stato chiamato a occuparsi anche della banda della Uno Bianca e, in Corte d’Assise d’appello, delle nuove Br condannate per l’omicidio del giuslavorista Marco Biagi. Tra i suoi interessi principali c’è la costruzione di nuove forme di monitoraggio contro la penetrazione della criminalità organizzata nel tessuto produttivo locale.