“Non c’è salute senza salute mentale”: a Modena torna Màt – Redattore Sociale –

Scritto da admin

Il 11 Settembre 2021

https://www.redattoresociale.it/article/notiziario/_non_c_e_salute_senza_salute_mentale_a_modena_torna_mat

Undicesima edizione (16- 23 ottobre) della Settimana di salute mentale: dibattiti, conferenze, eventi artistici e culturali per combattere lo stigma. Spettacolo-anteprima il 17 settembre, nell’ambito del festivalfilosofia. Starace: “In Italia 1 persona su 4 ogni anno ha esperienza di un problema di salute mentale”

ROMA – Torna Màt, la Settimana della salute mentale: l’undicesima edizione è in programma a Modena dal 16 al 23 ottobre, con una visione che l’accomuna alle precedenti come un filo rosso:  mettere in discussione la rigida separazione fra salute e malattia, “percontrastare stigma e pregiudiziche spesso colpiscono le persone che fanno un percorso all’interno dei servizi di salute mentale e le loro famiglie”. Nato da un’idea dell’Ausl di Modena e organizzato da Arci Modena, il festival in questi undici anni è riuscito a costruire un’importante rete di associazioni, enti e istituzioni che partecipano alla costruzione del programma, che quest’anno avrà oltre 100 eventi tra Modena e provincia, tra incontri, dibattiti, mostre, concerti, film, spettacoli teatrali, laboratori. 

“A più di quarant’anni dalla Legge Basaglia è ancora aperto il problema di una corretta informazione per superare la discriminazione sul disagio mentale e favorire l’inclusione delle persone che ne soffrono. Nel nostro Paese una persona su quattro ogni anno ha esperienza di un problema di salute mentale – sottolinea Fabrizio Starace, psichiatra direttore del Festival e del Dipartimento di salute mentale e dipendenze patologiche dell’Azienda Ausl di Modena, nonché Componente del Consiglio Superiore di Sanità – Il tema è quindi quanto mai diffuso, riguarda forse ogni famiglia, direttamente o indirettamente ognuno di noi. Conoscerlo è l’unico modo per non lasciarsene intimorire e darsi la forza di includere nella nostra vita la fragilità. Perché non c’è salute senza salute mentale”.

Un’anteprima di Màt – che ribadisce proprio questi concetti – si tiene in occasione della giornata di apertura del festivalfilosofia, quest’anno dedicato alla “libertà”. I Chille de la balanza, storica compagnia del teatro di ricerca italiano diretta da Claudio Ascoli e che da molti anni ha residenza nell’ex-città manicomio di San Salvi a Firenze, hanno prodotto – in collaborazione con AUSL Modena – lo spettacolo “Il mondo è una unità. Si voglia o non si voglia”, in scena venerdì 17 settembre ore 21 in piazza Roma a Modena. Qui Antonio Gramsci e Franco Basaglia danno vita ad un singolare dialogo a distanza che, a partire dalle parole dal carcere, attraversa l’esperienza basagliana di superamento dei manicomi e di ritrovamento della centralità della Persona, arrivando ai nostri giorni, mentre siamo tra gridato distanziamento sociale e necessario distanziamento fisico. Un racconto sulla libertà e sulla necessità di capire che “il mondo è una unità”.

Potrebbe nteressarti anche…

Meglio Matti che Corti 2021 – i vincitori

Meglio Matti che Corti 2021 – i vincitori

Siamo lieti di annunciarvi, i vincitori del contest internazionale "Meglio Matti che Corti" Premio della giuria, dedicato alla memoria di Vittorio Saltini, al cortometraggio “All that’s left” di Hugo Salvaire dal Belgio Premio del pubblico alla produzione “Submarine...

Bambini e adolescenti alla prova del covid

Bambini e adolescenti alla prova del covid

La salute mentale dei giovani prima e dopo la pandemia https://www.youtube.com/watch?v=gJvWFtYAeGY Gli effetti negativi della pandemia potrebbero persistere nel medio-lungo termine ed aggiungersi a quelli già documentati sulla perdita di apprendimento scolastico. Vi è...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *