“Solo con sostanziali investimenti in capitale umano dei servizi di salute mentale e delle dipendenze patologiche, per incrementare la consistenza numerica, tecnica, motivazionale e relazionale degli operatori impegnati nei servizi stessi, si potrà recuperare il gap determinatosi nell’ultimo decennio tra fabbisogno assistenziale e capacità di risposta, accentuato dall’emergenza coronavirus”

https://www.lastampa.it/salute/2020/10/09/news/salute_mentale_starace_servono_piu_investimenti-270024389/?fbclid=IwAR1vJGKcRfjsl-PVCHRBukglHxVcn5qhJYuFl20oNdUGLTwp5imu-z117rw&refresh_ce