Radiocronaca n°1 – la conferenza stampa di presentazione di Màt 2020

Scritto da RadioLiberaMente

Il 8 Ottobre 2020

Questa è la prima delle “Radiocronache” di Radio LiberaMente, il nostro punto di vista su Màt che vi accompagnerà anche quest’anno per tutta la durata della Settimana della Salute Mentale di Modena con piccoli reportage e interviste.

Màt per noi inizia simbolicamente con la consueta conferenza stampa di presentazione della decima edizione di Màt 2020, alla quale hanno partecipato il sindaco di Modena Giancarlo Muzzarelli, il Direttore del Dipartimento di Salute Mentale Fabrizio Starace, il Direttore generale dell’USL Antonio Brambilla, Alessia Casoli, presidente di Idee in Circolo (Associazione di utenti) e Tilde Arcaleni, presidente di Insieme a noi (Associazione famigliari).

Ovviamente tematica centrale e di riferimento è stata la situazione determinata dall’emergenza Covid, con tutte le conseguenze che a livello organizzativo, ma soprattutto umano, si sono verificate in questo periodo particolare. Muzzarelli, ringraziando tra l’altro la Sanità e i volontari, ha sottolineato quanto sia stato importante non rinunciare a quest’edizione nell’ottica di creare una “nuova” normalità, tenendo a mente un concetto di Salute che includa un benessere fisico, psicologico e sociale.
Antonio Brambilla ha rimarcato la soddisfazione di essere arrivati alla decima edizione e, tra le altre cose, ha sottolineato l’importanza di questo evento in relazione ad una fase così particolare. Sulla stessa scia, Fabrizio Starace ha evidenziato tre punti fondamentali caratterizzanti Màt: il suo essere momento di riflessione che riguarda tutta la comunità, il valore del contesto (Salute Mentale che sta nella quotidianità dei cittadini) e, infine, invitando tutti alla cerimonia inaugurale di Sabato 17 ottobre che vedrà la partecipazione speciale del dott. Dainius Puras, il quale parlerà del rapporto diritti umani-salute mentale.

Màt è organizzata in modo partecipativo con la collaborazione delle Associazioni, pertanto la parola è passata ad Alessia Casoli, che ha ricordato quanto l’iniziativa sia co-progettata “dal basso” coinvolgendo gli utenti. Ha anche riferito un dato sorprendente, riguardante il crollo dei ricoveri e dei TSO nel periodo del lockdown, riflessione ripresa da Starace che ha evidenziato la connessione tra Salute Mentale e Salute Sociale. Tilde Arcaleni, la cui Associazione é nata 25 anni fa (periodo nel quale si parlava molto meno di queste tematiche) si è soffermata, tra l’altro, su quanto i famigliari stessi degli utenti si siano sentiti molto soli in periodo lockdown, periodo in cui si sono vissute grandi difficoltà di relazioni. Molto importante, quindi, la riconferma dell’evento anche quest’anno.
Naturalmente, per concludere, è opportuno sottolineare che quest’edizione, come ha precisato Starace, rispetterà scrupolosamente le misure anti-covid. Il primo appuntamento sarà, lo ricordiamo, Sabato 17 Ottobre (ore 15.30) con l’evento inaugurale in Piazza Roma.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *