1′ Riunione co-progettazione Màt 2019

Martedì 2 aprile – Area Nord

La riunione viene aperta e guidata dal Dott.Tibaldi e da Tilde – Ass.ne Insieme a Noi – la quale conferma le date della prossima Settimana della Salute Mentale: 19/26 ottobre – apertura il sabato 19 con il Màt Pride, Marcia contro ogni pregiudizio e per l’inclusione.

La presidente dell’Ass.ne Penso Positivo si rende disponibile per effettuare uno scambio di contatti ed un passaggio d’informazioni burocratiche nella sua zona alle associazioni che ne dovessero fare richiesta. Propone inoltre un evento sull’Open Dialogue atto a spiegare al pubblico la dinamica dello stesso. Ipotizza, come location, l’Auditorium Rita Levi Montalcini di Mirandola.

Michela Campioli di Social Point e Parole Ritrovate ipotizza lo spettacolo esito di un laboratorio teatrale che si terrà su Mirandola e, a Carpi, propone la mostra di fotografia su colori ed emozioni esito di un corso che si terrà in primavera in collaborazione con l’Associazione Grandangolo. E’ stata proposta come location la sala della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi.

Alessandra Grillenzoni di Gulliver propone le ormai consolidate giornate per le scolaresche nella bassa modenese: degli Open Day dedicati a studenti e genitori atti a far conoscere agli stessi i servizi dedicati alla Salute Mentale. Propone inoltre un evento in comunità le cui dinamiche sono in via di definizione.

Il Presidente dell’Associazione Al Di Là Del Muro, Giorgio Cova, propone l’annuale cena dei soci, conferma l’evento sulla fotografia di cui sopra e preannuncia la proiezione di un film. Ipotizza anche un evento con un personaggio pubblico di richiamo – es. Galimberti, Recalcati, Crepet – in dialogo con una platea di studenti precedentemente coinvolti. Da uno scambio di battute tra Federica Pongiluppi, Unione Comuni Area Nord, la Dott.ssa Covezzi, CSM Mirandola, e l’assemblea tutta, emerge la possibilità di creare un evento sinergico in area Nord a tema prevenzione e genitorialità. Si potrebbe coinvolgere anche il coordinamento pedagogico.

David Parmeggiani di Arci Modena fa presente che ad oggi molti circoli giovanili non partecipano alle attività di Màt e propone di coinvolgerli in qualche modo per ampliare la rete.

Non è presente l’Associazione Noi per Loro di Staggia ma si potrebbe coinvolgere per proporre delle attività in cordata.

Viene fatto presente che andrebbero facilitate le relazioni e i contatti tra Comuni e Associazioni. A tal proposito Antonietta Amoroso propone di inviare una mail a tutti i presenti con gli indirizzi in chiaro per facilitare le comunicazioni. L’assemblea appoggia la proposta.

Riemerge la problematica della diffusione e promozione sul territorio e si riflette su quali potrebbero essere le possibilità migliorative.

Vengono ricordate da Antonietta le date dei prossimi incontri di co-progettazione. La stessa suggerisce alle realtà di Mirandola di partecipare almeno a quello su Modena per portare le proprie proposte.

 

2′ Riuniuone co-progettazione Màt 2019 Vignola

Mercoledì 10 aprile – Area Sud

La riunione viene aperta dal Dott.Marcon, il quale comunica all’assemblea che procedono in maniera ottimale i lavori per la prossima apertura del Centro Diurno e che sarebbe opportuno coinvolgere lo stesso nelle attività di Màt. Sono presenti in sala due terapiste del centro stesso.

Il Dott.Starace sintetizza poi l’incontro tenutosi la settimana precedente su Mirandola e comunica che, per l’evento di richiamo proposto su Carpi, ha contattato Crepet il quale ha mostrato grande interesse per le attività presentate e si è detto disponibile a collaborare.

Accenna poi al Màt Pride che si terrà in data 19 ottobre ed alla possibilità di creare una rete collaborativa con le realtà bolognesi..

Ricorda inoltre di sfruttare la possibilità comunicativa e pubblicitaria che offre il Pride preparando volantini da distribuire, cartoline e striscioni a tema e rinnova l’invito a proporre attività che possano coinvolgere anche chi non è operatore, familiare, utente e che ad oggi non appartiene al mondo di Màt.

Il Dott.Marzola, Sert di Vignola, propone due eventi in zona a cui stanno lavorando in team di cui uno sugli adolescenti ed uno sul gioco d’azzardo patologico.

La Dott.ssa Sola, responsabile del Csm di Vignola, comunica che è già aperto un tavolo di lavoro sul distretto, per coinvolgere commercianti, associazioni ed esercizi del centro storico affinchè possano contribuire alla promozione e diffusione di Màt realizzando su tutto l’arco della settimana installazioni a tema che richiamino il colore giallo. Negli stessi verranno anche distribuiti i programmi ed il materiale promozionale della Settimana.

La proposta è già stata accolta dai comuni di Castelvetro, Savignano sul Panaro e Guiglia.

Per una maggior fruizione degli eventi Màt su Vignola, propone un unico grande evento su una giornata anzichè spalmare tante piccole attività sulla Settimana. Si ipotizza domenica 20 ottobre con una manifestazione in Piazza del Castello che potrebbe includere l’esibizione musicale degli studenti, un laboratorio di parole dal titolo “La follia è di tutti” ed altri momenti conviviali in grado di coinvolgere la cittadinanza tutta.

Oltre a questa giornatà dai toni più ludici e conviviali, sarà anche inserito nella programmazione un evento scientifico da definire.

Dal dialogo fra il Dott.Starace e l’Associazione Incontromano si palesa l’idea di poter creare una collaborazione con la Ferrari. Si riflette su quali possano essere le possibilità, per esempio il coinvolgimento dei musei di Maranello e di Modena.

La stessa associazione fa anche presente che a Casa Corsini di Fiorano è attualmente in corso un laboratorio aperto ai giovani dal nome “Editoriale Spettacolare”. I ragazzi hanno costruito un blog in collaborazione con Social Point Modena e con il Gruppo Solidarietà Tetrapack il quale è stato coinvolto per l’ideazione del logo. Il Direttore individua il blog come possibile luogo di diffusione notizie relative a Màt.

E’ presente in sala il Dr.Ughetti di Sassuolo, un medico di famiglia che ha già partecipato ad altre edizioni di Màt con attività poetiche e che, per l’anno in corso, propone di realizzare con i suoi colleghi un evento musicato e recitato su Van Gogh. La data potrebbe essere quella di venerdì 25 all’Auditorium Bertoli di Sassuolo.

Wladimir Fezza propone di portare avanti il discorso del supporto fra pari facendo il punto a livello Regionale per creare un confronto sul tema.

La Dott.ssa Flandi riprende l’evento citato dal Dott.Marzola sull’adolescenza e sottolinea l’importanza del lavoro sinergico fra i servizi e le realtà della zona.

Da Pavullo arriva l’ipotesi di un evento su salute e benessere fisico; si ricorda che a giugno avverrà l’inaugurazione del Percorso Natura intorno all’aereoporto, il quale ha visto, fra gli altri, la collaborazione del gruppo “Giovani Imprenditori di Pavullo”.

L’Associazione Incontromano comunica che è attualmente in corso un progetto su musica e benessere a Formigine, il quale vede come operatori uno psicologo ed un terapista psichiatrico. Ipotizza un eventuale inserimento delle attività nel calendario della Settimana.

Sottolinea inoltre la difficoltà promozionale sulla zona stessa. Il Dott.Starace ribadisce l’importanza del lavoro in rete per una maggior divulgazione degli eventi Màt.

Il Dott.Gibertoni propone di riprendere il tema dell’abitare già trattato nelle precedenti edizioni ma suggerisce un approccio più pratico e concreto volto ad una condivisione delle buone pratiche che possano favorire la sostenibilità delle soluzioni abitative già esistenti; lancia poi un ulteriore spunto di riflessione: come si applica oggi nei nostri distretti la psichiatria in comunità introdotta da Basaglia 40 anni fa?

3′ Riunione co-progettazione Màt 2019 Modena

Lunedì 15 aprile – Area Centro

L’Assemblea si apre con il saluto del Dott.Starace, il quale riassume brevemente gli incontri precedenti, sottolinea l’esigenza di abbreviare i tempi per la presentazione dei progetti e comunica che intorno al 10 maggio verrà effettuata, a Modena, l’assemblea di sintesi di tutte le proposte Màt.

Seguirà mail con invito formale. Il Direttore dà inoltre nota del fatto che è uscito il bando che individuerà l’ente/associazione che si occuperà di supportare l’AUSL nell’organizzazione Màt.

Alessia di Idee in Circolo propone un evento sul potere della manipolazione mentale e rinnova la volontà di effettuare il consueto aperi-Màt all’arrivo del Màt Pride con successiva serata al Vibra Club per la Notte da Matti sul sabato d’apertura della Settimana.

Sara Manzoli di Aliante comunica che la Cooperativa vorrebbe far rientrare nel programma di Màt la presentazione di un progetto riguardante le badanti che lavorano in Italia ed il loro disagio. All’evento, pensato nella forma di cantiere di socio analisi, saranno presenti il sociologo Giampiero Fiorillo e un medico/psicologo. Probabilmente si svolgerà allo Spazio Nuovo.

Andrea Abate di Uisp ripropone, al Mercoledì, la consueta manifestazione calcistica (Polisportiva Saliceta) oltre ad un evento sulla pallavolo da realizzarsi in collaborazione con Gulliver. Propone inoltre il pranzo annuale con dibattito a tema Alzheimer/senilità in collaborazione con l’Associazione GP Vecchi. Dimostra inoltre apertura ad ulteriori collaborazioni.

Prende la parola il Professor Galeazzi, il quale immagina un evento scientifico, probabilmente al lunedì nell’Aula Magna del Policlinico, che rifletta sull’attuale ruolo della psichiatria: ipotizza, in mattinata, la presenza di un ospite da definirsi e, durante il pomeriggio, quella dei nuovi professionisti – coloro che diventeranno psichiatri del 2019 – in dialogo con gli utenti. Tra i nomi emersi: Dinesh Bhugra (già presidente della World Psychiatric Association) o Nikolas Rose (psichiatra e sociologo)

Manuela Ciambellini di Idee in Circolo riporta l’esigenza della rete degli studenti, i quali collaborano con diverse attività dello Spazio Nuovo, di proporre iniziative legate ai temi dell’ansia, dei disturbi alimentari e del revenge-porn. Il Professor Galeazzi propone di coinvolgere la Prof.ssa Laura De Fazio che si occupa di cyberbullismo.

Da Pavullo emerge la proposta di un evento su salute, benessere e sport con un evento mattutino e possibile proseguimento su Vignola nel pomeriggio-sera. Si propongono anche workshop di QiKong, TaiJiQuan e Mindfullness.

La Dottoressa Marrama propone un evento che mostri alla cittadinanza i ruoli degli utenti esperti.

Si presenta la referente di un’associazione che non ha mai partecipato a Màt: “Germogli di salute” di cui fanno parte un gruppo di biologi, medici e cuoche appassionate, i quali realizzano diversi progetti con i malati oncologici. La presenza della stessa scaturisce molto interesse e viene richiesto da molti dei presenti di essere messi in rete per aprire una collaborazione per la preparazione degli eventi Màt. Viene dunque effettuata la consueta raccolta di indirizzi mail per il raggiungimento dello scopo.

Si presenta, poi, Francesco Orsetti di “SquiLibri”, un collettivo di 6/7 attori e musicisti che avrebbe piacere di collaborare con Màt. Propongono due spettacoli, uno su Zelda Fitzgerald e uno su Sylvia Plath.

Soccorsa Quaranta di Caleidos anticipa che, per quest’anno, tratteranno temi originali e differenti da quelli dello scorso anno.

La Dott.ssa Di Biase propone un evento scientifico che possa coinvolgere Specialisti e Associazione Comip per puntare i riflettori anche sui figli delle persone con un disagio psichico.

Il Dott. Starace propone anche ai presenti alla riunione modenese il tema della residenzialità.

Giovanni Ziosi, per Villa Rosa, riporta la volontà di realizzare un evento in un luogo simbolico della Città, forse la Biblioteca Delfini, con il regista Giorgio Diritti e con la presentazione delle opere d’arte realizzate dagli utenti.

Silvia Spallanzani de La Torre propone la terza Edizione di Pedaler da Màt – pedalata non competitiva – ma preannuncia che probabilmente non sarà possibile realizzarla al sabato. Chiede supporto per la preparazione della pasta e per l’individuazione della location.

Il Dott.Stagi anticipa un possibile evento su care-giver e bambini autistici. Parla inoltre di disagi genitori/figli nella prospettiva di presentare gli esiti del progetto “Milestone” durante Màt.

Carlotta Giovannelli (Comunità l’Angolo) propone uno spettacolo teatrale da definirsi a seguito di un laboratorio teatrale.

Il Dott.Starace fa presente che anche Aut Aut invierà una proposta.

Si pensa in coro a come incrementare il coinvolgimento dei giovani alle iniziative Màt: si ipotizza di invitare i ragazzi delle scuole superiori alla marcia d’apertura e ad un evento/concerto e vengono suggeriti i nomi di Salmo e Ghemon, due noti rapper contemporanei.