Venerdì 25 ottobre

Scritto da Anna Ferri

Il 16 Maggio 2019

MODENA
Ore 9.00/13.00 Giornalismo e salute mentale. Come i mass media influenzano la percezione pubblica della sofferenza mentale.
Corso di formazione per giornalisti / operatori della Salute Mentale
A cura del DSMDP dell’Azienda USL Modena, ARCI Modena, Associazione Stampa Modenese
Il corso di formazione offre una riflessione sul ruolo della stampa nella lotta al pregiudizio e allo stigma verso chi soffre per problemi di salute mentale. Verranno proposti strumenti e buone pratiche, a partire dal rilancio della Carta di Trieste, per migliorare la comunicazione delle notizie riguardanti la salute mentale.
Relatori: Carlo Verna, Giovanni Rossi, Fabrizio Starace, Francesco Santoianni, Chiara Daina, Peppe Dell’Acqua, Lorenza Magliano, Ettore Tazzioli, Barbara Manicardi, Rossella Sant’Unione; modera Anna Ferri
[Evento accreditato ECM: si vedano istruzioni in fondo a questa pagina per procedere all’iscrizione]
[Evento accreditato per giornalisti]

Sala Leonelli della Camera di Commercio di Modena, Via Ganaceto 134 Modena

Ore 15.30/17.30 Presentazione di “La realtà non è di tutti” di Antonello D’Elia
Libri
A cura di DSMDP dell’Azienda USL Modena
26 storie, 26 persone che si raccontano e raccontano al lettore le loro vite e le vicende che le hanno portate ad incrociare la Salute Mentale e le sue istituzioni. Pazienti, operatori, familiari, addetti ai lavori a vario titolo ma anche un barista, un giornalista, un magistrato, un regista e altri ancora: le loro storie individuali ricostruiscono la più grande storia della psichiatria e della salute mentale a quarant’anni dalla legge 180.
La Tenda, Viale Molza angolo Viale Monte Kosica, Modena

Ore 18.30/20.00 Presentazione del libro “Mi dispiace, suo figlio è autistico” di Gabriella La Rovere
Libri
A cura di Aps Il Tortellante e Aut aut Modena Onlus
“È arrivato il momento di cominciare a considerare l’umanità come una polifonia di voci e strumenti differenti che, nonostante le dissonanze, suonano insieme”. Sono le parole di una madre, che è anche un medico, nate accanto alla realtà di vivere ogni giorno una relazione speciale. Essere genitori di bambini, ragazzi (e un giorno adulti) autistici significa essere tramite tra il figlio e il mondo. Considerare la persona autistica come protagonista della propria vita è un obiettivo di sviluppo culturale e umano per tutti.
Seguirà un dibattito con l’Autrice Gabriella La Rovere, medico, giornalista, autrice di teatro e madre di Benedetta.
Sala Ulivi, Viale Ciro Menotti 137, Modena

Ore 20.30 al Vibra con i Màt!
Musica, cibo e socialità
A cura di Circolo Culturale Left Vibra, Radio LiberaMente, Associazione Idee in circolo, Social Point Progetto di Inclusione Sociale del DSMDP di Modena
Cena con Crescentine e Borlenghi con “Ozzy il Borlengaio Missionario
Figli dei Fiori di Pesco Live (Tributo a Lucio Battisti) e djset
Cena su prenotazione: mail a associazioneideeincircolo@gmail.com oppure 333/7561535 entro il 23/10
Ingresso riservato ai soci ARCI
Vibra Club, Via IV Novembre 40/A, Modena

CARPI
Ore 17.00/19.00 La Relazione di Cura
Libri
A cura di Nazareno Società Cooperativa Sociale
Presentazione del libro “La Relazione di Cura” e dibattito con l’autore. “Cura vuol dire: generosità di chi la compie e di chi la riceve senza sentirsi svalutato e impotente; capacità tecnica, per bilanciare gli interventi nelle persone fragili rispettando la loro complessità, ma allo stesso tempo essendo capaci di piccoli atti tra loro armonici, dei quali si deve misurare l’efficacia; (…) infine il silenzio, molte volte lo strumento più efficace per ascoltare e comunicare una cura che accompagna, si preoccupa, non pensa di avere ogni risposta utile a chi soffre.” [dalla prefazione del libro di Marco Trabucchi]
Relatori: Fabrizio Asioli, Sergio Zini
Sala Loria, Via Pio Rodolfo 1, Carpi

Ore 19.00/20.45 Rare Siblings: la sfida del DURANTE NOI
Incontro
A cura dell’Associazione Italiana Sindrome X Fragile
Presentazione di una video staffetta di testimonianze di fratelli e sorelle di persone con sindrome x fragile, che raccontano i propri vissuti, timori, ricchezze e progetti per il futuro. Le testimonianze si rincorreranno da una città all’altra, percorrendo l’Italia, regione per regione, in una staffetta di testimonianze. I protagonisti verranno invitati a relazionare in sala, offrendosi alle domande e ai chiarimenti delle persone presenti.
Relatori: Riccardo Fofi, Veronica Bozzo, Cesare Toti, Serena Angelucci; modera Sara Lanza
Sala Loria, Via Pio Rodolfo 1, Carpi

MIRANDOLA
Ore 8.30/13.00 Open Day Centri antifumo e Servizi di Pneumologia Ospedale di Mirandola
Open Day
A cura del Centro Antifumo di Mirandola e del Servizio Dipendenze Patologiche di Mirandola
Iniziativa del Centro Antifumo di Mirandola in collaborazione con il Reparto di Pneumologia dell’Ospedale di Mirandola. Alla presenza degli operatori del centro antifumo-caf e operatori della pneumologia si effettuerà: distribuzione materiale centri antifumo, promozione dei centri antifumo, misurazione CO e test dipendenza/motivazionale, spirometrie, raccolte adesioni per corso CAF.
Ospedale di Mirandola, Via Fogazzaro 6, Mirandola

Ore 14.30/16.30 Conoscere i servizi che si occupano di Salute Mentale
Open day
A cura di CSM Mirandola, Cooperativa Gulliver CSM Mirandola, Liceo M. Morandi di Finale Emilia
Il Centro di Salute Mentale (CSM) è il servizio di primo riferimento per i cittadini con disagio psichico.
L’open day si propone di aumentarne la visibilità, con particolare attenzione alle giovani generazioni e alle loro famiglie, nella direzione di abbattere lo stigma verso il disagio psichico. L’evento, che si ripeterà anche nelle giornate di mercoledì 23 e venerdì 25 ottobre 2019, è rivolto agli alunni del Liceo Morandi di Finale Emilia e ai loro familiari. Gli studenti saranno accompagnati in un percorso guidato itinerante che toccherà il CSM di Mirandola, il Centro Il Ponte e gli Appartamenti Protetti.
Sedi indicate, Mirandola

Ore 15.30/18.00 Modelli dialogici nell’adolescenza. Un progetto regionale
Incontro
A cura di Associazione PensoPositivo ODV, DSMDP dell’Azienda USL di Modena, Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale dell’Emilia Romagna
È in corso di realizzazione una sperimentazione, promossa dalla Agenzia Sanitaria e Sociale Emilia Romagna, nel Programma Adolescenza, dal titolo “L’approccio dialogico per l’integrazione inter- istituzionale e interprofessionale”, che coinvolge alcune aree della Regione. L’approccio dialogico ha radici finlandesi, ma ha suscitato notevole interesse in molti altri Paesi, sia nella salute mentale nei processi di superamento delle attuali forme relazione tra i servizi alla persona (a silos paralleli). Nel corso
del seminario verrà posta particolare attenzione alla presentazione dei “dialoghi anticipatori”, che risultano efficaci nel campo dell’infanzia e dell’adolescenza.
Relatori: Augusta Nicoli, Brigida Lilia Marta, Vanessa Vivoli, Pina Caloro, Emanuela Ricci, Nina Saarinen, Jimmy Ciliberto, Fausto Mazzi, Giuseppe Tibaldi
Sala Consiliare del Municipio di Mirandola, Via Giovanni Giolitti 22, Mirandola

Ore 18.00/19.00 Sweet suite – Esito di laboratorio teatrale
Teatro
A cura di Social Point Progetto di Inclusione Sociale del DSMDP di Modena
Un breve racconto agito. In mezzo alla ferita provocata 7 anni fa dal terremoto un gruppo di persone stimolerà spettatori, volontari ed occasionali, a guardare al concetto di fragilità da un altro punto di vista.
Dopo che imponenti edifici antichi, simbolo di una robustezza di principi e valori crollano di fronte alla potenza di un evento naturale, la comunità riscopre la solidità delle relazioni. Per illuminare un volto è sufficiente il sorriso di un proprio simile. La gentilezza diventa un tesoro personale e collettivo che cresce quanto più lo si condivide.
Ci.Ri.Po, Via Dorando Pietri 15, Mirandola

SASSUOLO
Ore 19.00 Il solitario Vincent. L’ansia del contatto umano nei colori di Vincent Van Gogh
Teatro
A cura di: Border Trio – libero gruppo di ricerca culturale
Il recital presenta in un racconto organico la narrazione della biografia di Vincent Van Gogh, la lettura recitata di brani tratti dalle lettere, dai documenti biografici e letterari, accompagnati da brani musicali eseguiti alla fisarmonica, in grado di rievocare e rappresentare la forza espressiva dell’artista. L’ipotesi è che Van Gogh fosse spinto da una radicale esigenza di contatto umano, di riconoscimento e reciprocità emotiva, frustrato dalla realtà della vita e trasformato positivamente in espressione artistica e pittorica.
Letture recitate: Faustino Stigliani; narrazioni: Maurizio Casini e Fabiola Ganassi; musiche: Claudio Ughetti.
Auditorium Pierangelo Bertoli, Via Pia 108, Sassuolo

 

Indicazioni per iscrizione eventi accreditati ECM:

Professionisti delle Aziende Sanitarie e della Regione Emilia-Romagna: attraverso il “Portale del dipendente WHR-TIME

Professionisti esterni: attraverso il portale regionale https://portale-ext-gru.progetto-sole.it/

(utilizzare Chrome o Mozilla Firefox, N.B. al primo accesso è necessario registrarsi sul portale)

Potrebbe nteressarti anche…

Bambini e adolescenti alla prova del covid

Bambini e adolescenti alla prova del covid

La salute mentale dei giovani prima e dopo la pandemia https://www.youtube.com/watch?v=gJvWFtYAeGY Gli effetti negativi della pandemia potrebbero persistere nel medio-lungo termine ed aggiungersi a quelli già documentati sulla perdita di apprendimento scolastico. Vi è...

Meglio Matti che Corti, Antony Petrou ha ricevuto il Premio Saltini

Il regista Antony Petrou ha ricevuto il Premio Vittorio Saltini assegnato durante la serata del Modena Viaemili@docfest. Il contest, giunto alla sua quinta edizione, mira a promuovere una cultura di inclusione, di sensibilizzazione e di lotta al pregiudizio, e vuole...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *