Sabato 26 ottobre

Scritto da Anna Ferri

Il 16 Maggio 2019

MODENA
Ore 10.30/14.00 Pedalér da Màt
Sport
A cura di Comunità La Torre, Casa Mimosa, Aliante Cooperativa Sociale e Idee in Circolo
Pedalata non competitiva di chiusura della Settimana della Salute Mentale, giunta alla terza edizione. Il ritrovo è previsto alle ore 10.30 presso la Comunità La Torre in Stradello Poli, 13 (Modena), con un caffè di benvenuto. Si partirà alle ore 11.30 per affrontare un percorso sicuro di appena 6 km, adatto ad adulti e bambini, il quale culminerà presso la sede dello Spazio Nuovo, dove la Cooperativa Aliante attenderà i partecipanti della pedalata con un coinvolgente Pasta Party. I partecipanti della pedalata dovranno essere muniti della propria bicicletta.
Partenza dalla Comunità La Torre, Stradello Poli 13, Modena; arrivo a Lo Spazio Nuovo, via IV Novembre 40/B, Modena

Ore 17.00/18.00 I libri del cambiamento
Libri
A cura della Collana 180
Nell’ottobre del 2009 nasce l’idea della Collana 180. Pier Aldo Rovatti, Peppe Dell’Acqua e Aldo Mazza si domandano come la storia del cambiamento, le conoscenze, il sapere critico possano sopravvivere alla smemoratezza generale. Ma anche come giovani, che si apprestano ai mestieri della salute e della salute mentale, possano ritrovare una traccia da seguire per non disperdere il patrimonio che si è venuto a creare nel nostro Paese. In occasione della Settimana della Salute Mentale la Collana 180 vuole proporre uno spazio per discutere di come una preziosa esperienza possa essere tenuta viva.
La Tenda, Viale Molza angolo Viale Monte Kosica, Modena

Ore 18.30/20.30  La città che cura
Proiezione documentario e discussione libro
A cura di Collana 180
Il docufilm di Erika Rossi “La città che cura” (2018 – TICO film) e l’omonimo libro “La città che cura. Microaree, periferie della salute” a cura di G. Gallio e M. G. Cogliati Dezza (Collana 180 – Edizioni Alphabeta Verlag, 2018) entrano in una periferia come tante, quella di Ponziana a Trieste, in cui la solitudine, le difficoltà, la mancanza di reti sociali rendono faticosa la vita degli abitanti. Ma grazie al progetto di salute pubblica presente nel quartiere si aprono nuove opportunità, nuovi scenari di vita in cui
mettersi nuovamente in gioco.
Relatori: Maria Grazia Cogliati, Erika Rossi, Fabrizio Starace
La Tenda, Viale Molza angolo Viale Monte Kosica, Modena

Dalle 22.30 Italindie djset // Concerti di  I Segreti + Il Barone Lamberto  
Musica e socialità
A cura di Circolo Culturale Left Vibra, Radio LiberaMente, Associazione Idee in circolo, Social Point Progetto di Inclusione Sociale del DSMDP di Modena
Concerti di  I Segreti + Il Barone Lamberto
Italindie djset in collaborazione con il project festival SUNER a cura di Arci Regionale Emilia Romagna
Ingresso a pagamento riservato ai soci ARCI
Ingresso gratuito accreditati Màt
Vibra Club, Via IV Novembre 40/A, Modena

CARPI
Ore 10.00/13.00 Parata Cirq Aut Art
Parata
A cura di Ass. Culturale Incontrarti, ass. Sopra le righe dentro l’autismo, I ragazzi del circo Strass
Parata conclusiva che coinvolge i bimbi delle scuole dell’Unione Terre D’Argine che hanno partecipato al progetto Cirq Aut Art, un progetto di inclusione di circo, arte e teatro rivolto a ragazzi dagli 11 ai 18 anni, con particolare attenzione al coinvolgimento di ragazzi con disturbo dello spettro autistico; organizzato da tre associazioni attraverso la progettazione nei piani di zona delle Terre d’Argine nel bando regionale 2018. La parata coinvolgerà il territorio delle Terre d’Argine attraverso la comunicazione e la sensibilizzazione.
Partenza da Piazza Garibaldi, arrivo al Cortile del Castello, Carpi

NONANTOLA
Ore 21.00 E dunque io guerro. Variazioni sull’Invincibilità
Teatro
A cura di Comunità Terapeutica “Casa San Matteo” e Gruppo Ceis
Lo spettacolo teatrale è il risultato del laboratorio condotto da Francesca Iacoviello, che si occupa anche della regia. Il testo nasce da un lavoro corale in cui sono coinvolti operatori e ospiti della struttura che settimanalmente si sperimentano all’interno del laboratorio attraverso le tecniche teatrali. L’espressione di sé che scaturisce dai “movimenti emotivi” generati dalla teatro-terapia diventa elemento terapeutico di notevole importanza all’interno del percorso terapeutico.
Teatro Troisi, Via delle Rimembranze 8, Nonantola

SAN FELICE SUL PANARO
Ore 9.00/16.00 FieraMente – Conoscere le parole della salute mentale
Incontro
A cura di Cooperativa Gulliver, CSM Mirandola, Liceo M. Morandi di Finale Emilia, Associazione PensoPositivo ODV
Le parole che si utilizzano per parlare di salute mentale sono molto importanti; utilizzare le parole giuste può aiutare a ridurre lo stigma. Lo stato di salute mentale è solo un aspetto della vita di una persona, non la sua caratteristica. Nessuno è la malattia da cui è affetto. Attraverso un percorso a postazioni successive, i partecipanti, organizzati in coppie (un ragazzo/a e un suo famigliare), saranno invitati a discutere, giocare, confrontarsi sui significati e usi delle parole della salute mentale. Le postazioni saranno gestite da utenti e operatori della comunità Il Ponte e del CSM di Mirandola.
Comunità Psichiatrica “Il Ponte”, Via Ferrino 940, San Felice sul Panaro

VIGNOLA
Ore 11.00/13.00 Inaugurazione Centro Diurno “Il gelso”. La funzione del Centro Diurno nella rete dei Servizi della Salute Mentale
Incontro
A cura di Casa di Cura Villa Igea e Centro Salute Mentale di Vignola e Neuropsichiatria Infantile e dell’Adolescenza
Presentazione del progetto da parte degli operatori del Centro Salute Mentale di Vignola, dei referenti del Centro Diurno di Villa Igea e di tutti i partner della rete dei servizi coinvolti (Servizio Sociale, Associazione Insieme a Noi Tutti, CSR Il Ciliegio, Progetto Social Point, operatori degli appartamenti,…).
Sono previsti, inoltre, interventi e testimonianze degli utenti che hanno già iniziato a frequentare il Centro Diurno.
Taglio del nastro e racconto fotografico del percorso di progettazione e nascita del nuovo servizio offerto alla popolazione del Distretto di Vignola.
Centro Diurno “Il Gelso” di Villa Igea, Via Nino Tavoni-Via dei Gelsi 12/3, Vignola

Ore 14.00/21.00 Piazza dei Contrari, Vignola
Le due facce di Giano: La follia è di tutti
Musica e socialità
A cura di Centro Salute Mentale di Vignola, Servizio Dipendenze Patologiche di Vignola, Fondazione di Vignola, Associazione Insieme a Noi Tutti, Social Point Progetto di Inclusione Sociale del DSMDP di Modena, Le Parole Ritrovate Vignola, Centro per le famiglie dell’Unione Terre di Castelli, Politiche giovanili dell’Unione Terre di Castelli, Servizio Sociale Territoriale Unione Terre di Castelli, Istituto Primo Levi, Associazione Ago, filo e dintorni di Zocca

Le due facce di Giano: il titolo vuole mettere in luce l’ambivalenza che non è solo delle persone con fragilità ma appartiene a noi tutti. L’isolamento e l’esclusione nascondono spesso il desiderio di essere partecipi e protagonisti nella propria vita e nella comunità. Le iniziative della piazza evidenziano che insieme possiamo mettere in gioco le risorse di tutti.

  • Ore 14.00/21.00 Spilla on Instagram a Màt – I giovani raccontano come se la vivono
    La mostra “Spilla on Instagram” è il risultato di un laboratorio di ricerca fotografica rivolto a un gruppo di giovani con l’obbiettivo di raccontare il loro vissuto partendo da tre parole chiave: appartenenza, identità e famiglia d’origine. Un connubio di fotografia e ricerca-azione ispirato alla metodologia del Photovoice grazie al quale i ragazzi e le ragazze coinvolti hanno realizzato foto, si sono confrontati e hanno tradotto in parole i concetti rappresentati nelle immagini.
  • Ore 15.00/17.00 Giochi di Piazza e Tavoli informativi
  • Ore 15.30/16.30 Musica Itinerante
    Canti e coreografie realizzate dal Coro Levox, un gruppo di studenti dell’Istituto Superiore Levi di Vignola.
  • Ore 16.00/20.00 Le parole non dette
    Un muro, due lati: uno per i figli, l’altro per i genitori. I figli potranno scrivere su un lato ciò che non riescono a dire ai genitori e i genitori potranno scrivere quello che non riescono a dire a un figlio o ad una figlia nell’altro.
  • Ore 18.00/20.00 Le due facce di Giano: arte libera
    Mostra fotografica che racconta la storia di un utente della casa di reclusione di Castelfranco Emilia: dalla sua quotidianità, alle attività che svolge ogni giorno ai pensieri che si susseguono nella sua mente. Le fotografie saranno accompagnate da didascalie e saranno presentate dagli operatori che hanno costruito la mostra.
  • Ore 18.00 Aperitivo analcolico
    In collaborazione con il Bar Italia e l’Osteria della Vecchia Piazza. Saranno presenti gli operatori con un punto informativo e distribuzione di materiale inerente a sani stili di vita.

(in caso di maltempo gli eventi si svolgeranno nei locali della Meridiana, della Rocchetta e sotto al portico della Rocca di Vignola)

Ore 21.00 La follia e il suo doppio di Ninotchka project
Reading musicato dal vivo
A cura del Circolo Arci Ribalta
Reading teatrale musicato di Ninotchka project, dedicato alla figura di Franco Basaglia. Basaglia, tutto sommato aveva un’idea molto semplice: il folle non è un malato infettivo e, soprattutto, è una persona che chiede di vivere in un ambiente umano, nel mondo, fuori da ogni coercizione. Franco Basaglia fu ispiratore e promotore materiale di quella legge che riformò la psichiatria italiana sancendo la chiusura dei manicomi e sovvertendo l’equivalenza per cui la malattia mentale era associata alla reclusione e alla tortura. La cosiddetta follia non doveva più essere considerata il discrimine per impedire ai malati di avere una vita personale e li liberava dalla condizione di prigionieri e criminali.
Circolo Arci Ribalta, Via Zenzano 10, Vignola

Potrebbe nteressarti anche…

Bambini e adolescenti alla prova del covid

Bambini e adolescenti alla prova del covid

La salute mentale dei giovani prima e dopo la pandemia https://www.youtube.com/watch?v=gJvWFtYAeGY Gli effetti negativi della pandemia potrebbero persistere nel medio-lungo termine ed aggiungersi a quelli già documentati sulla perdita di apprendimento scolastico. Vi è...

Meglio Matti che Corti, Antony Petrou ha ricevuto il Premio Saltini

Il regista Antony Petrou ha ricevuto il Premio Vittorio Saltini assegnato durante la serata del Modena Viaemili@docfest. Il contest, giunto alla sua quinta edizione, mira a promuovere una cultura di inclusione, di sensibilizzazione e di lotta al pregiudizio, e vuole...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *