MODENA

Ore 09.00/13.00
Convegno
La discriminazione delle persone con problemi di Salute Mentale
A cura di UNIMORE
Le persone con problemi di salute mentale sono vittime di varie forme di discriminazione.
Stigma, intolleranza alla diversità, ai bisogni e alle capacità differenti, contribuiscono a queste forme di discriminazione che spesso innescano un circolo vizioso di esclusione e coercizione. I contesti di cura non sono immuni da questi rischi.
Gianfrancesco Zanetti, Direttore del Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e vulnerabilità UNIMORE (CRID), introdurrà i concetti di discriminazione e vulnerabilità.
Claire Henderson, del Kings College di Londra, metterà in evidenza l’entità del problema che ha a che fare con diritti basilari delle persone e proporrà possibili interventi per risolverlo.
Antonio Lasalvia, che ha pubblicato numerose ricerche su discriminazione e stigma e sostenitore della necessità di non utilizzare più il termine “schizofrenia”, illustrerà proposte concrete per superare questi problemi.
Seguirà discussione con interventi preordinati di utenti e familiari.
Intervengono: Silvia Ferrari, Gian Maria Galeazzi, Claire Henderson, Antonio Lasalvia, Luca Pingani, Fabrizio Starace, Gianfrancesco Zanetti.
[Evento accreditato ECM: accesso tramite iscrizione sul sito https://tom.ausl.mo.it/]
Aula Magna del Centro Servizi presso l’Azienda Ospedaliero Universitaria in Via del Pozzo, Modena

 

Ore 14.00/20.00
Incontro
“La narrazione come strumento di azione”
Promosso dal collettivo modenese Le Parole Ritrovate, Aliante Cooperativa sociale, Associazione Idee in Circolo, Social Point Modena, Spazio Ripresa, in collaborazione con “Le Parole Ritrovate nazionale”.
Moderazione e animazione a cura di Radio Liberamente.
La narrazione è un gioco di potere tra chi narra e chi ascolta. Liberare le storie permette di essere tutti a conoscenza di ciò che accade in mondi molto vicini ai nostri.
L’evento prevede 3 momenti: dalle 14.30 la restituzione del cantiere di socio analisi narrativa “il potere della parola” condotto nella primavera 2018, presso lo Spazio Ripresa, Ausl Modena a cura di Aliante Cooperativa Sociale ed il confronto con l’esperienza del cantiere di socioanalisi narrativa presso l’Asl 2 Bari e seguente dibattito; alle 17.30 il Teatro Forum MADdalene: si presenterà una storia che ci opprime e il pubblico sarà invitato a mettersi in gioco per cercare alternative, nel ricoprire ruoli e vivere storie; alle 18.30 la presentazione del libro “E adesso parliamo noi – terapia al bisogno per il pregiudizio”, scritto a più voci del collettivo modenese di Parole Ritrovate.
Intervengono: Gsa (utenti gruppo socioanalisi), il coordinamento provinciale Le Parole Ritrovate, Le MADdalene, Renata Bedini, Rocco Canosa, Gian Piero Fiorillo, Sara Manzoli, Giuseppe Tibaldi
Lo Spazio Nuovo, Via IV Novembre 40/b

 

Ore 16.00/18.00
Libri
Presentazione libro “Prima la casa. La sperimentazione Housing First in Italia” di Paolo Molinari e Anna Zenarolla
A cura del Comune di Modena in collaborazione con Associazione Porta Aperta e Caleidos Coop.Soc.
La sperimentazione del modello Housing First in Italia verrà descritta ed analizzata dall’autore Paolo Molinari. Seguiranno testimonianze dirette di persone che hanno beneficiato del modello housing first sul territorio modenese.
Sala Manifattura – Fondazione San Filippo Neri, Via Sant’Orsola 52, Modena

 

Ore 17.00/19.00
Dibattito
“Quando Cappuccetto Rosso mangiò il lupo”. Percorsi di guarigione dall’anoressia e dalla bulimia
A cura di Programma DCA (Azienda USL di Modena – AOU di Modena) in collaborazione con Cibo&Gioia e Fanep
Sull’impronta del caffè letterario si terranno un confronto ed una riflessione animati dalle testimonianze di storie di guarigione da anoressia e bulimia e dalla presentazione dei percorsi di cura possibili (con particolare riferimento a quelli adottati nel Programma USL di Modena e AUO di Modena). Letture di brani e clip di film offriranno spunti al dibattito che sarà accompagnato dall’esperienza culinaria “il salutare mangiare”.
La Tenda, Viale Monte Kosika – angolo Viale Molza, Modena

 

Ore 20.30
Cinema
Meglio Matti che Corti
A cura di Arci Modena
Giunto alla sua IV edizione, il concorso di cortometraggi “Meglio Matti che Corti” mette al centro della narrazione filmica la salute mentale. Verranno annunciati i 10 film finalisti selezionati fra i 126 cortometraggi arrivati da tutto il mondo. Nel corso della serata saranno proiettati i 3 cortometraggi vincitori del bando 2017 e sarà possibile vedere i film finalisti in versione integrale il 4 dicembre 2018 quando, i vincitori, saranno premiati dalla giuria tecnica e dalla giuria popolare. Info su www.arcimodena.org
Sala Truffaut, Via degli Adelardi 4, Modena

 

Ore 21.00
Teatro
“Nemico di Classe”
a cura di Associazione Utòpia
Sei ragazzi in una classe decidono di autogestirsi. Ognuno di loro sarà così obbligato a insegnare qualcosa agli altri.
Lo spettacolo tratta il tema del disagio giovanile. A seguire si terrà un dibattito con la cittadinanza insieme al regista, agli attori della compagnia e alla dott.ssa Maria Corvese.
Ingresso ad offerta libera
Per gentile concessione dell’agenzia teatrale MTP Concessionari Associati (Roma)
La Tenda, Viale Monte Kosika – angolo Viale Molza, Modena

 

CASTELFRANCO

Ore 21.00
 Teatro
“Ambiente Lento… un albero cresce sullʼacqua”
Spettacolo teatrale degli utenti del Centro di Salute Mentale di Castelfranco Emilia
A cura del CSM di Castelfranco Emilia
Lo spettacolo teatrale è interpretato dagli utenti del CSM di Castelfranco Emilia e nasce come coronamento di un percorso di laboratorio teatrale iniziato nel mese di febbraio 2018. Lo spettacolo è originale, creato col contributo dei partecipanti ed interpreti. La finalità del progetto è l’incentivazione delle modalità comunicative dei partecipanti, la rivalutazione del loro ruolo sociale, ed il miglioramento dell’autostima e delle relazioni interne al gruppo, con la conseguente diminuzione dello stigma offerta dalla possibilità di esercitare, di fronte ad una platea “normale”, il ruolo contemporaneo di autori ed attori dello spettacolo.
Teatro Dadà, Piazza Curiel 26, Castelfranco Emilia

 

CARPI

Ore 09.00/13.00
Incontro
Esposizione dei manufatti dei laboratori e banchetto informativo sulle attività associative
A cura dell’Associazione Al Di Là del Muro – in collaborazione con il CSM di Carpi
Ingresso principale dell’Ospedale di Carpi, Via Molinari

 

MIRANDOLA

Ore 15.00
Open day
Open day CSM di Mirandola, Comunità il Ponte ed Appartamenti protetti
Open day rivolto agli alunni del Liceo M. Morandi di Finale Emilia e ai loro genitori
A cura del CSM di Mirandola, del Liceo M. Morandi di Finale Emilia e della Cooperativa Gulliver
Il Centro di Salute Mentale (CSM) è il centro di primo riferimento per i cittadini con disagio psichico. L’open day si propone di migliorare le conoscenze sulle attività del servizio con particolre attenzione alle giovani generazioni e alle loro famiglie nella direzione di abbattere lo stigma verso il disagio psichico. L’evento è rivolto agli alunni del Liceo Morandi di Finale Emilia e ai loro famigliari.
Gli studenti saranno accompagnati in un percorso guidato itinerante che toccherà i servizi del CSM di Mirandola, il Centro Il Ponte e gli Appartamenti Protetti.
Sedi indicate, Mirandola

 

VIGNOLA

Ore 16.00/18.00
Intrattenimento per bambini 
“Ci facciamo una risata?”
A cura di Servizio Civile, CSM–Vignola, Unione Terre di Castelli, Social Point, Associazione Insieme a Noi Tutti, Biblioteca Auris
I partecipanti al corso di clown–terapia “Ci facciamo una risata?” intrattengono i bambini con palloncini, giochi e face–painting in un pomeriggio di sorrisi e risate.
Sala della Canonica della Parrocchia di Brodano Via Natale Bruni, 149 Vignola