di Laura Solieri

Compie dieci anni Radio LiberaMente, l’emittente nata da un progetto del Circolo Culturale Left – Vibra e Social Point nel 2008. Si tratta di una web radio connessa al mondo della salute mentale: alcuni speaker della radio hanno disturbi legati alla salute mentale e questo gli permette di fare conoscere davvero agli ascoltatori il loro mondo, far ballare e divertire, stimolare riflessioni, essere un punto di incontro tra chi normalmente è definito “matto” e le persone che si usano definire “normali”.

Il 20 ottobre alle 18.30 presso lo Spazio Nuovo di via IV Novembre a Modena festeggeremo il nostro compleanno all’interno di Màt, Settimana della Salute Mentale – raccontano i ragazzi della radio – Faremo una super diretta con tanti ospiti che hanno fatto la storia di Radio LiberaMente, musica, aperitivi e street food. Un’occasione per vedere dal vivo cosa significa “fare radio” fuori e dentro il mondo della salute mentale. Poi dalle 21 saremo al Vibra dove festeggeremo con il concerto dei Mad – Music Against Disorder e il Circo Manicomio tour degli Apres La Classe”.

Tanti gli incontri e le interviste a personaggi e gruppi famosi come I Punkreas, Bobo Rondelli, Tre allegri ragazzi morti, tante esperienze e competenze acquisite in questi dieci anni di Radio LiberaMente dai suoi protagonisti: “La radio nasce come un progetto inizialmente chiamato “Corso per dj” per imparare ad usare le strumentazioni proprie di una qualsiasi radio – spiegano i ragazzi –  Nel tempo, siamo giunti alla realizzazione di una trasmissione spot di interviste, poi le trasmissioni sono aumentate e hanno inglobato fasi redazionali, la creazione di rubriche, di articoli, di una newsletter e la radio si è strutturata. Sono nate tante collaborazioni e progetti, serate al Vibra, trasmissioni al parco Ferrari e siamo cresciuti molto”.

La radio forma le persone sia per quanto riguarda il discorso di diventare uno speaker, assumere competenze base di dj e non solo: “Abbiamo fatto un percorso per imparare a costruire un sito internet, apprendere come fare una grafica, a nostra volta formiamo le associazioni che partecipano a Màt su come realizzare materiale grafico promozionale. Le persone con noi imparano come utilizzare piccoli impianti, a fare l’editing di uno spot, un video, a scrivere articoli per il nostro sito, e in questo modo si portano a casa tante competenze”.

Attualmente la redazione di Radio LiberaMente è impegnata come media partner della Settimana della Salute Mentale e per il futuro sta lavorando su un palinsesto più ampio, collaborando con amici e altre realtà radiofoniche per creare nuovi progetti anche al di fuori del mondo della salute mentale. “Sentendomi un uomo di spettacolo, amo il discorso di fare radio, stare davanti a un microfono, fare una trasmissione, dire quello che penso – conclude con un sorriso Alberto – Grazie alla radio, ho conosciuto molte persone: io che stavo molto chiuso in casa, mi sono fatto tanti amici, ci divertiamo e ho superato certe mie timidezze.

Per i prossimi dieci anni ci auguriamo di lavorare sempre di più, abbiamo tanti giovani che si impegnano dentro la radio, abbiamo fatto tanti progetti e ci piacerebbe essere sempre più chiamati e coinvolti in laboratori ed eventi”.  Seguite la radio su www.radioliberamentemodena.it