Presiede: Marco Rigatelli
Lily Peppou – Psychiatric consequences of financial crisis in Greece
Francesco Amaddeo – I Servizi di Salute Mentale al tempo della crisi
Tindara Addabbo & Fabrizio Starace – I costi psicologici e sociali della crisi: il caso di Modena
Franco Deriu – Politiche attive del lavoro come antidoto alla crisi
Tavola rotonda
Le proposte di istituzioni e sindacati per la Salute Mentale
Modera Bruno Manfellotto, Direttore de L’Espresso
Partecipano: Maria Cecilia Guerra, Carlo Lusenti, Giuliana Urbelli, Stefano Cecconi (CGIL), Pietro Cerrito (CISL) e Carlo Fiordaliso (UIL).
Auditorium Fondazione Marco Biagi Viale Storchi, 2 – Modena

 

CONTENUTI VIDEO

Le relazioni degli ospiti sulla situazione della salute mentale in tempo di crisi con la presentazione dello studio realizzato dalla Fondazione Marco Biagi in collaborazione con il DSM-DP dell’Ausl di Modena, in chiusura la Tavola Rotonda con istituzioni, rappresentanti sindacali e docenti presso l’Auditorium della Fondazione Marco Biagi, Modena.

Radio Liberamente intervista Bruno Manfellotto

Radio Liberamente intervista Francesco Amaddeo

 

CONTENUTI AUDIO

Radio Liberamente intervista Lily Peppou

“Peppou: ….La situazione attuale in Grecia vede come conseguenza diretta una difficoltà di coping, l’insicurezza tocca tutti anche perché non si sa come si andrà a finire. Il 40% della popolazione e ad alto rischio di povertà ….. R.L: Che cos’è un matto? Peppou: Tutti lo siamo tutti abbiamo “mental problem”.”


Radio Liberamente intervista Franco Deriu

“R.L.: lavorare fa bene? Deriu: Si perché nella nostra società rappresenta una sorta di passaporto per farsi riconoscere. Far lavorare i matti è vantaggioso anche a livello economico, infatti la mancata integrazione delle persone nella società ha un costo. Inoltre è una questione di dignità personale e sociale.”


Radio Liberamente intervista Francesco Amaddeo

“R.L: quanto le disuguaglianze sociali sono discriminanti per l’accesso alle cure?
bisogna appartenere ad una “categoria di bisogni” imposti dai servizi, per ottenere una risposta adeguata al bisogno? Amaddeo: la salute mentale deve essere per tutti. È un continuum tra lo stare bene e l’avere bisogno dei servizi; le diseguaglianze anche se non dovrebbero creano diversi accessi alle cure. I servizi dovrebbero essere più vicini ai bisogni delle persone, la centralità degli utenti deve partire e caratterizzare anche la pianificazione.”


Radio Liberamente intervista Tindara Addabbo

“Tindara, cosa ne pensa dei lavori protetti per i matti,conosciuti anche come inserimenti lavorativi, dove il paziente percepisce 3,01 euro l’ora? T: per quanto riguarda gli inserimenti lavorativi ritengo sia necessario una giusta retribuzione e soprattutto essere messi nelle condizioni idonee al lavoro, che prevedono anche la giusta retribuzione commisurata al sua apporto.”